• Press & Media

    Not in My Name by Theatralia

    Italian Rai TV News on Not in My Name by Theatralia at Camden People's Theatre

    Not in My Name, directed by Filomena Campus. Inspired by the text against the death penalty by The Living Theatre.

     

    Interview to Filomena Campus on Misterioso by Theatralia at the London Riverside Studios

     

    RAI 5 - Save the Date (Italian)

    Interview to Filomena Campus

     

    Rai News on Theatralia Festival

    Interview to Filomena Campus, Stefano Benni and Paolo Fresu

  • A selection of Press Reviews on Theatralia (UK)

     

    MONK MISTERIOSO UK Tour 2017

     

    'The demons and obsessions of jazz genius Thelonious Monk' Candace Allen, THE GUARDIAN

     

    'Filomena Campus' spellbinding Monk homage' JAZZWISE

     

    'With a mixture of theatrical panache and sheer talent, they all produced a show that raised the bar. The beauty and innovation of the production filled every note and words spoken and sung on the night. Brilliant!' -

    Erminia Yardley JAZZ IN EUROPE

     

    'A powerful and moving performance, with Monk's matchless music and superb musicians to lead you through'. Alison Bentley LONDONJAZZ

     

    MISTERIOSO (2008/2009 production)

     

    ‘The story of the eccentric pianist who shrugged off prejudice to become a jazz icon is ripe for dramatization. A Crime to miss it” THE TIMES

     

    “Touching and thought-provoking'. JACK MASSARIK (2009)

     

    ‘The music was continually bringing a smile to many faces in the audience’. TELEGRAPH

     

    '‘Poetic, sensual and brave' ATN

     

    ‘Triumph of Misterioso. The play by Stefano Benni about the life of jazz pianist Thelonious Monk, was sold out each night and totally charmed its enthusiastic audience.’ ANSA

     

    ‘A thought-provoking and entertaining mix of words and music.’ RECOMMENDED - TIME OUT

     

    'Sophisticated, soigné, cool and classy, the evening managed to simultaneously entertain, engage, educate and enrich which is a rarity for a theatrical experience'. HERTS ADVERTISER

     
    'The show, sold out in its inaugural run at the Riverside Theatre in London last year, boasts several highly regarded British jazz musicians in its cast.’ THE LIST (Edinburgh Festival)

     

    NOT IN MY NAME

     

    'Theatralia takes many risks with this thought-provoking, original piece. It is very moving and effective.' THE STAGE

     

    'Actors from different nationalities, multilingual show a will to experiment: it's the perfect mix that characterizes Theatralia'. CAFEBABEL

     

    'Following this powerful scene director Filomena Campus uses religious ritual to dramatic and emotional effect and produces a beautifully sincere moment' KULTUREFLASH

     

    Theatralia Press Reviews (Italy)

    Selezione Rassegna Stampa italiana

     

    U238

     

    TEATRO: A LONDRA ‘U-238 WORK IN PROGRESS’ TRATTO DA PAOLINI. FILOMENA CAMPUS ADATTA E DIRIGE PIECE SU URANIO IMPOVERITO. Campus riesce a creare con elementi diversi un’atmosfera dove le informazioni e le sensazioni bombardano i presenti, dove una surreale ironia si mescola alla compassione per il dramma umano'. ANSA

     

    'Sebbene si tratti di una versione adattata del testo di Paolini, lo spettacolo affronta anche la storia di Ray Bristow, reduce britannico della prima Guerra del Golfo, che lotta contro la malattia causata dalle particelle di Uranio Impoverito. La versione interattiva e sperimentale di Theatralia si muove al confine fra intrattenimento e informazione, teatro e inchiesta giornalistica. PEACELINK

     

     

    NOT IN MY NAME

     

    'Un pezzo teatrale di rara intensità. Lo spettatore non puó sottrarsi dall’interagire con gli attori, i quali, grazie alla loro fisicità e alle frasi bisbigliate all’orecchio o sbattute in faccia all’interlocutore di turno trasmettono la raggelante drammaticità della pena di morte. Il finale è forte e non lascia spazio a fraintendimenti. Guy Fawkes LIBERAZIONE

     

    “Not in my name” è uno spettacolo militante che non commette, però, l’errore di scadere nella didascalia pedante. I dettagli della storia a cui è ispirato rimangono spesso vaghi, e la recitazione è più attenta a trasmettere sensazioni forti che stimolano lo spettatore a fare le proprie riflessioni. E’ anche uno spettacolo in continua evoluzione, che si adatta allo sviluppo della cronaca quotidiana. Nicola Scevola, Il FOGLIO

     

    MISTERIOSO

    “Non andare a vederlo e’ un crimine”, ha scritto un critico inglese, e il pubblico riempie il Riverside Studios, mitico teatro sulle rive del Tamigi, (...) stesso teatro dove finora era andato in scena un solo altro autore italiano, il premio Nobel per la letteratura Dario Fo. (…) Stefano Benni dice: “‘Filomena Campus e’ una regista e cantante italiana di talento che vive da anni a Londra: e’ stata lei a innamorarsi del testo di Misterioso, a tradurlo in inglese, a trarne questo adattamento e a portarlo in scena con alcuni musicisti straordinari. Venerdi di REPUBBLICA

     

    'Campus usa i testi di Benni per raccontare non solo pensiero di Monk. In questo ‘Misterioso’ si dice di una vicenda umana ed artistica, ma c’é posto anche per una riflessione musicale e filosofica sul silenzio, una condizione che il grande pianista morto nel 1982 scelse di abbracciare negli ultimi sette anni di vita. ANSA

     

    'Misterioso è «parola e jazz perché ripercorre la vita di una leggenda del piano, Thelonious Monk, tormentata da fantasmi personali e dalla caccia alle streghe del Maccartismo, dalle discriminazioni di un’America anni ’50— ci sono video e cartoons — non poi così diversa da oggi», spiega la jazzista di origini sarde che ha diretto lavori di Sarah Kane e Marco Paolini'. CORRIERE DELLA SERA

     

    PER FRANCA RAME

    'Sarebbe giusto farli anche in Italia, non solo all’estero, gli spettacoli come quello di Filomena Campus per ricordare questa intramontabile Eva italiana'. Enrico Franceschini, REPUBBLICA